Sei in: Home»Rubriche»Primo Piano

Andrea Caroppo (Sud in Testa): "Il centrodestra? Mai cosė compatto"

[26/01/2018] PRIMO PIANO

Andrea Caroppo (Sud in Testa): "Il centrodestra? Mai cosė compatto"

"L'unica vera forza in grado di far ripartire il nostro Paese": questo il pensiero del consigliere regionale salentino, tra i candidati alle prossime elezioni a sostegno della Lega di Salvini, 

 

È un centrodestra compatto quello che il prossimo 4 marzo chiederà il consenso dei cittadini italiani. Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia hanno da tempo stipulato un'alleanza con l'obiettivo di sostituire il centrosinistra alla guida del governo italiano, e a loro si è affiancato di recente Noi con l'Italia-Udc, definita la "quarta gamba" della coalizione di centrodestra. Tra gli aspiranti componenti della nuova Camera dei Deputati compare anche l'attuale consigliere regionale Andrea Caroppo (nella foto, insieme a Matteo Salvini), ideatore del progetto territoriale "Sud in Testa" e che ha scelto di appoggiare la Lega e la candidatura di Matteo Salvini come presidente del Consiglio. 

In vista della tornata elettorale, il consigliere regionale di Minervino di Lecce si dimostra fiducioso sull'esito delle urne: "Nell'ultimo periodo il centrodestra è riuscito a creare una coalizione a livello nazionale larga e inclusiva, composta dai pilastri Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia e con l'aggiunta della cosiddetta quarta gamba. Un gruppo caratterizzato dall'armonia tra le forze presenti e dalla condivisione del programma. Alla luce degli ottimi risultati ottenuti nelle amministrative del 2017, questo centrodestra è nelle condizioni di proporsi come un'alternativa, l'unica nel panorama politico italiano, ai governi di centrosinistra succedutisi in questi cinque anni e non scelti da un vaglio elettorale. Dopo i fallimenti di Monti e Letta, i disastri di Renzi e Gentiloni, siamo pronti a far ripartire il paese, partendo dalle esigenze dei cittadini e puntando sulla ripresa economia e su un taglio netto della leva fiscale".

Dallo scorso 30 settembre Caroppo appoggia la Lega di Salvini, condividendone la sua nuova visione politica: "Il progetto territoriale 'Sud in Testa', varato nei mesi scorsi, si coniuga perfettamente con la Lega e la sua trasformazione in un progetto nazionale. Si tratta di un nuovo corso portato avanti da Salvini con una serie di passaggi di avvicinamento, reali, alle istanze del territorio e dando vita ad una battaglia che non è più quella tra Nord e Sud, ma quella di un'Italia oggi tecnocratica e globalizzata; questa è la sfida della Lega, un movimento che si apre alle identità territoriali in tutta Italia e Sud in Testa sposa in pieno questo progetto". 

L'ingresso nella coalizione di Noi con l'Italia-Udc di Raffaele Fitto e Lorenzo Cesa è stato accolto con favore da Caroppo, ma sottolinea un particolare aspetto da affrontare presto: "Con questa quarta forza si ricompone lo schema tradizionale del centrodestra degli anni '90 e 2000, una realtà che può essere foriera di risultati importanti. Con il rientro dell'Udc a livello nazionale, però, mi auguro che in tempi rapidissimi si possa regolarizzare quella situazione anomale che oggi vede il partito di Cesa all'interno della maggioranza regionale guidata dal Pd e da Emiliano".

Sulle polemiche sollevate da alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle in occasione delle parlamentarie, Caroppo preferisce tenere un profilo basso: "Non mi piace entrare nelle vicende di altri partiti. Oggettivamente, però, è molto strano che non si ponga la massima attenzione sulle dinamiche che hanno portato a delle esclusioni che secondo gli interessati sono immotivate. Di questo, però, gli attivisti del Movimento 5 Stelle sapranno cosa fare". 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
RafQu L'intervista della settimana
RafQu

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising