Sei in: Home»Comuni»Lecce

Alla scoperta dei leccesi con "Ronzino Angela"

[19/04/2019] LECCE

Alla scoperta dei leccesi con "Ronzino Angela"

I “lesionati” di Party Zoo Salento colpiscono ancora nel segno: il nuovo video interpretato da Gianpaolo Catalano Morelli che da qualche giorno circola in rete raccogliendo migliaia di “like” fa una parodia davvero esilarante di Alberto Angela all’indomani della messa in onda del servizio dedicato alle bellezze della città di Lecce. E se il noto divulgatore su Rai 1 si è concentrato sulla storia e l’architettura di luoghi quali il convento degli Olivetani, Porta San Biagio, la chiesa di San Matteo, Porta Napoli, il Duomo, l’Anfiteatro Romano e piazzetta Falconieri, “Ronzino”, il suo fratello meno famoso perché, per sua stessa ammissione, “a scuola era una cernia”, preferisce concentrarsi sugli abitanti del capoluogo perché “non si può disquisire di Lecce senza parlare dei leccesi”. 

Le immagini vanno vedere Ronzino che passeggia per il centro storico di Lecce, ripercorrendo in alcuni casi il percorso del “fratello” Alberto”, raccontando nell’arco di 17 minuti usi, costumi, vizi e virtù degli uomini e donne leccesi, che in quest’analisi quasi sociologica vengono ben differenziati dai “paesani”; questi ultimi, in particolare, vengono “riabilitati” per il fatto di essere portatori di moneta in città, a differenza degli autoctoni poco propensi a spendere nonostante l’esibire auto di lusso e vestiti all’ultima moda. Morelli ripropone con ironia temi già affrontati in passato in altri videoclip come “leccesi falsi e cortesi” o l’utilizzo del riferimento agli antenati estinti per enfatizzare le espressioni o gli eventi nelle conversazioni, a dimostrare che la satira è sempre la forma di comunicazione più intelligente. 



«Indietro
Gaia Benassi L'intervista della settimana
Gaia Benassi

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising