Sei in: Home»Comuni»Poggiardo

Al "Pispico" inaugurato il nuovo Centro Senologico

[15/06/2018] POGGIARDO

Al "Pispico" inaugurato il nuovo Centro Senologico

La nuova struttura con attrezzature all’avanguardia sarà una delle risorse dell’ospedale che diventerà a breve Presidio Territoriale di Accoglienza 

 

Nuove prospettive per l’ex ospedale “Francesco Pispico” dopo l’assemblea dei sindaci del Distretto Socio-Sanitario tenutasi lo scorso 8 giugno. Un appuntamento che ha aggiornato il percorso che trasformerà la struttura in un Presidio Territoriale di Accoglienza di massimo livello, con 28 posti letto per la residenza sanitaria assistenziale per anziani e 12 posti letto per l’area di degenza territoriale per adulti, oltre a sale operatorie, poliambulatori, risonanza magnetica e tac. L’incontro si è tenuto presso il Palazzo della Cultura alla presenza, tra gli altri, del direttore generale della Asl di Lecce, Ottavio Narracci, e del direttore del DSS di Poggiardo, Virna Rizzelli. 

Il programma ha però vissuto un momento importante con l’inaugurazione del Centro Senologico, alla quale hanno partecipato anche i medici di Medicina Generale, i sindaci dei Comuni del Distretto, la referente del Tavolo Tematico della Senologia, Rita Tarantino, e il responsabile dello Screening Aziendale, Daniele Sergi. Presente, ovviamente, anche il sindaco di Poggiardo, Giuseppe Colafati, il quale a riguardo ha affermato: “Un percorso di trasformazione, da Punto di Primo Intervento in PTA, che ha l’obiettivo di fornire migliori servizi per rispondere con più efficacia e in minor tempo alla richiesta di sanità dei cittadini, a cui si è aggiunto il nuovo Centro senologico”. 

La nuova struttura opererà sia con sedute di screening mammografico, sia con sedute di senologia clinica, grazie all’impiego del mammografo di ultima generazione Senographe Pristina 3D, con opzione di Tomosintesi digitale della mammella. Il servizio di screening mammografico, già avviato il 5 marzo scorso, è rivolto a donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni; per ogni seduta vengono reclutate 25 pazienti circa che, prima di eseguire l’esame, compilano una scheda anamnestica consegnando eventuali esami precedenti. Le mammografie vengono successivamente visionate da due medici radiologi senza conoscere le rispettive osservazioni (metodo del “doppio cieco”), i quali contatteranno la paziente se riterranno necessaria anche un’ecografia mammaria o un approfondimento radiografico mirato. 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Andrea Maggino L'intervista della settimana
Andrea Maggino

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising