Sei in: Home»Comuni»Tricase

A ripulire la zona 167 ci pensano gli animali del Circo Orfei

[09/03/2018] TRICASE

A ripulire la zona 167 ci pensano gli animali del Circo Orfei

Quattro caprette, quattro oche e un elefante hanno brucato l'erba delle aiuole del quartiere. E i volontari di Clean up Tricase pensano di "arruolare" altri animali 

 

Arriva il circo a Tricase e, oltre allo spettacolo, offre un inaspettato servizio di decoro urbano. Sì, perché l'episodio singolare, occorso nei giorni scorsi racconta la storia di una zona, quella del quartiere 167, i cui abitanti di frequente lamentano l'incuria delle aree verdi circostanti, che potrebbero essere spazi di decoro urbano vivibili e piacevolmente fruibili. Le erbacce, invece nel tempo sono diventate ricettacolo di pattume e luogo d'elezione di animali poco graditi come roditori e serpenti, finché con l'arrivo del Circo Orfei, non sono state letteralmente ripulite da un'equipe alquanto inusuale: quattro caprette, quattro oche e un elefante, stanziali in quella zona con il resto della carovana. Forse per loro un gesto di gratitudine per una libertà che meriterebbero fuori dalle dinamiche di un circo. 

Clean up Tricase, l'associazione di volontari attiva nella sensibilizzazione al tema dei rifiuti e nella raccolta degli stessi, ha accolto la notizia con simpatia, caldeggiando l'idea di un "arruolamento" dei simpatici spazzini. Ma tralasciata la boutade, fanno sapere che qualche tempo fa si occuparono del problema della manutenzione delle aree verdi in zona 167, inoltrando all'Amministrazione del materiale fotografico per evidenziare il fenomeno dei rifiuti quotidiani che si concentrano, accumulandosi, soprattutto durante il giorno del mercato. Con la stagione estiva poi, si unisce il rischio degli incendi. Un problema sentito da queste parti a cui più volte gli abitanti hanno cercato rimedio, ma per il quale la risposta, da parte degli enti competenti, rimaneva sempre la stessa: mancanza di fondi. 

A questo punto, la soluzione migliore sembra essere quella di Clean up, ovvero che ognuno si renda più responsabile, facendo suo un senso civico che gli vieti di buttare ovunque ciò che consuma; mentre per evitare la scena poco edificante del dopo mercato, sarebbe sufficiente invitare i commercianti ad agevolare il lavoro della nettezza urbana circoscrivendo il pattume e concentrandolo in scatole e scatoloni. Oppure bisognerà aspettare il prossimo circo, finché sarà consentito l'utilizzo di animali. 

 

M. Maddalena Bitonti 



«Indietro
Giusi Portaluri L'intervista della settimana
Giusi Portaluri

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising