Sei in: Home»Rubriche»In copertina

A Casarano, Bagnolo, Cursi, Giuggianello, Ortelle e Sanarica impazzano le quote rosa

[17/10/2009] IN COPERTINA

A Casarano, Bagnolo, Cursi, Giuggianello, Ortelle e Sanarica impazzano le quote rosa

In questi sei comuni del Salento la metà degli assessori assegnati in giunta sono donne, mentre a capo delle amministrazioni comunali della provincia sono solo cinque le donne-sindaco

 

Tra i dati del rapporto pubblicato dalla commissione regionale di Pari Opportunità e riferiti alle giunte nate nei 32 comuni interessati dalle elezioni amministrative di giugno, in provincia di Lecce risultano le “eccellenze” di Bagnolo del Salento, Casarano, Cursi, Giuggianello, Ortelle e Sanarica, paesi nei quali la metà esatta degli assessori incaricati appartiene alle quote rosa. A Bagnolo su due assessorati in totale uno è toccato a Claudia Campa, mentre su quattro nomine totali negli esecutivi di Giuggianello (Maria Madaro e Sabrina Perfetto), Ortelle (Rosaria Lanzilao e Lucia Pede) e Sanarica (Giovanna De Iaco e Milena Maggio) due sono andati alle quote rosa. Ma se in questi paese il dato fa notizia anche in considerazione del ristretto numero dei componenti la giunta, a Cursi e a Casarano quel 50% di presenza femminile assume un peso specifico maggiore perché l’esecutivo è formato diversamente da sei assessori. Il sindaco del piccolo centro dell’entroterra magliese Edoardo Santoro ha incaricato Maria Iacovazzi, Anna Lanzillotto ed Angela Monteduro, mentre nella più popolosa cittadina di Casarano il neoeletto primo cittadino Ivan De Masi ha attribuito tre delle sei deleghe, rispettivamente, a Giulia Tenuzzo, Loredana Torsello e Francesca Fersino. In totale su 165 assessori nominati da qualche mese nelle 32 municipalità, 136 sono uomini, 29 invece le donne (pari al 17,5% del totale).
Affollata risulta la parte opposta della classifica, ovvero quella riferita ai comuni dove invece le donne sono totalmente assenti negli esecutivi di governo. La lista è composta da Botrugno, Campi Salentina, Lequile, Presicce, Supersano (su sei assessori), Corsano, Martignano, Sternatia, Surano, Tuglie e Zollino (su quattro). Due assessori (su sei) conta il Comune di Specchia, un solo assessore donna in giunta presentano invece i comuni di Copertino (su sette assessori totali), Acquarica del Capo, Andrano, Carpignano Salentino, Castrì, Melendugno, Miggiano, Minervino di Lecce, Morciano di Leuca, Muro Leccese e Soleto (su sei componenti in totale), Palmariggi, Seclì e Tiggiano (su quattro).
Quanto ai sindaci-donne, invece, in tutti i 97 comuni della provincia di Lecce, attualmente ne risultano in carica appena cinque: Sonia Mariano a Bagnolo del Salento, Adriana Benedetta Petrachi a Cannole, Maria Addolorata Fiore a Corigliano d’Otranto, Gabriella Cretì a Muro Leccese e Anna Elisa Stifani a Palmariggi. A Galatina invece Sandra Antonica ha chiuso anticipatamente il suo manato dopo la recente crisi amministrativa che ha mandato a casa anticipatamente la giunta di centrosinistra che guidava la Città della Civetta.
 

 

Daniele Greco



«Indietro
Silvia Perrone L'intervista della settimana
Silvia Perrone

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising