Sei in: Home»Comuni»Casarano

˜Io, disabile, vittima di inciviltà e insulti˜: la denuncia di Salvatore Caputo

[20/12/2019] CASARANO

˜Io, disabile, vittima di inciviltà e insulti˜: la denuncia di Salvatore Caputo

L’atleta, presidente Movimento dei diritti umani, ha scritto a Sindaco, Carabinieri e Polizia locale segnalando un episodio che lo ha visto protagonista suo malgrado in via Vecchia Matino 

 

Salvatore Caputo (nella foto), un atleta disabile, ha lanciato una denuncia contro la maleducazione, la mancanza di rispetto e delle regole del Codice della Strada. L’episodio, leggendo il suo racconto, è avvenuto a Casarano lo scorso 6 dicembre, paradossalmente tre giorni dopo la giornata contro le barriere architettoniche. Ma, si sa, il senso di queste giornate lascia il tempo che trova se poi alle parole non si accompagnano i fatti. Salvatore, che da 30 anni presiede l’associazione Midu (Movimento dei diritti umani) ed è inoltre un atleta paralimpico impegnato da sempre nelle competizioni sportive per portatori di handicap in prima persona ma anche come supporto a tutti coloro i quali vogliono parteciparvi, si è trovato impossibilitato a parcheggiare su via Vecchia Matino dove doveva incontrare la presidente del Tribunale del malato e referente locale dell’associazione. 

“Non ho trovato né un posto libero sulle strisce blu, né bianche e neppure nel parcheggio riservato ai disabili. Questo era stato infatti occupato dal titolare di un esercizio vicino, in maniera abusiva, senza il contrassegno da esibire obbligatoriamente”, ha dichiarato l’atleta che ha deciso prontamente di denunciare il fatto con una lettera indirizzata al sindaco Gianni Stefano, al comandante della Polizia Locale e a quello dei Carabinieri, oltre che alle redazioni di alcuni giornali locali. Salvatore avrebbe, poi, chiesto spiegazioni alla donna che occupava senza averne diritto il posto del parcheggio, ma pare che la situazione non si sia risolta, anzi: si sarebbero uniti altri tre individui e avrebbero insultato Salvatore e la sua collega ridendo, inoltre, del fatto che i due stavano per chiamare i Carabinieri. 

Salvatore ha denunciato anche il fatto che in presenza della Polizia Locale gli insulti sarebbero continuati con parole e gesti. In più i suoi contendenti avrebbero detto che il segnale è abusivo, denigrando il lavoro dei vigili urbani. “A cosa servono le giornate regionali, nazionali e internazionali -ha concluso Salvatore, ringraziando la vigilessa che gli è stata vicina-, quando succedono ancora episodi vergognosi? mi auguro che non succedano più in un paese civile”. 

 

Marco De Matteis 



«Indietro
Nicola Fiore L'intervista della settimana
Nicola Fiore

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising