Sei in: Home»Live»Spettacoli

"Io sono bella", parola di Emma

[13/09/2019] SPETTACOLI

"Io sono bella", parola di Emma

La cantante salentina anticipa il nuovo album con un singolo firmato da Vasco Rossi e Gaetano Curreri 

 

È online il video di Io sono bella, il nuovo singolo di Emma Marrone uscito in radio, digital download e su tutte le piattaforme streaming dal 6 settembre scorso. Girato da Paolo Mannarino, il video che accompagna il singolo è stato pensato dalla stessa cantante di Aradeo, che si mette in gioco rappresentando in modo ironico le mille sfumature che si possono celare dietro ad una qualsiasi donna: dalla grinta della ragazza col chiodo di pelle, alla fragilità di quella in lacrime sotto la pioggia fino al fascino tipico della femme fatale o dell’icona Barbie. 

Prodotto da Dardust, “Io sono bella” è stato scritto per Emma da Vasco Rossi, insieme a Gaetano Curreri, Gerardo Pulli e Piero Romitelli. Il singolo anticipa l’uscita del suo prossimo album, di cui ancora non si conosce la data di pubblicazione, in occasione dei suoi primi 10 anni di carriera musicale. 

Io sono bella è un brano grintoso ed energico, che fa risaltare l’attitudine rock di Emma. Un’istantanea scattata dagli autori che rappresenta la Emma di oggi: una donna determinata, coraggiosa e libera di essere sé stessa. Il brano è stato registrato a Los Angeles, proprio nello stesso studio, lo Speakeasy, in cui Vasco ha registrato i suoi ultimi album. La cover del singolo è stata realizzata da Emilio Tini, che attraverso un’immagine iconica racconta la sua personale visione di Emma. 

“Ho scritto per Emma quello che canterei io se fossi Emma! Un testo provocante e provocatorio che racconta come sono le ragazze di oggi”, ha dichiarato Vasco Rossi su Instagram, a cui hanno fatto eco le parole di Emma dal suo profilo: “Io sono bella non è solo una canzone. È un regalo meraviglioso che mi hanno fatto Vasco Rossi e Gaetano Curreri con la collaborazione di due giovani autori, Gerardo Pulli e Piero Romitelli. Dopo 10 anni di lavoro è la ricompensa più grande che potessi ricevere. Ripenso a tutti i dischi che ho comprato e a tutti i concerti dove ho saltato come una matta cantando le sue canzoni con tutta la voce che avevo in corpo per farmi sentire dal kom. Perché volevo diventare come lui. Non avete idea di che cosa significhi per me avere in bocca le sue parole...E quindi sorrido! Sempre con lo sguardo basso, come in questa foto, per nascondere le lacrime anche se sono di gioia. E me la godo... sì, me la godo di brutto”. 



«Indietro
Antonio Maggio L'intervista della settimana
Antonio Maggio

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising